Lviv: una città poetica ed antica in Ucraina

Lviv in Ucraina è una città molto poetica intrisa di leggende antiche. Strette vie medievali lastricate di pietre con palazzi (foto) le cui decorazioni architettoniche...


Lviv: una città poetica ed antica in Ucraina

Lviv in Ucraina è una città molto poetica intrisa di leggende antiche. Strette vie medievali lastricate di pietre con palazzi (foto) le cui decorazioni architettoniche uniscono stili diversi. Nei tempi antichi Leopoli o Lviv fu la capitale di uno stato potente chiamato Galizia-Volyn.

Prima fu parte dell’impero austro-ungarico poi passò sotto la Polonia fino ad entrare a far parte dell’Ucraina. A dispetto di tutti i capricci della storia della città non ha perso il suo spirito ucraino e la particolare architettura Lviv non ha sofferto dell’architettura tipica dell’era sovietica. Proprio per questo, il centro della città è stato proclamato patrimonio dell’umanità dall’Unesco. La città per le sue bellezze architettoniche (foto) che uniscono armoniosamente stili diversi di un popolo in continua evoluzione viene paragonata ad un museo a cielo aperto.

Fondata nel 1256 da Danylo Halytskiy, un principe della Gaiician-Volyn , dista solo 50 chilometri dal confine polacco. La città vanta bellezze architettoniche uniche che hanno resistito agli invasori come Duomo di San Giorgio che è il santuario principale dell’Ucraina greco-cattolica. La prima chiesa di St George Montagna (Hora Svyatoyurs’ka) esisteva anche ai tempi dell’antico stato di Gaiician-Volyn.

Molte volte la chiesa fu distrutta dagli invasori, ma è stata sempre ricostruita. I suoi interni vantano abbellimenti sofisticati in stile rococò. Nella sua architettura mischia in modo armonico le influenze occidentali e le tradizioni ucraine.

La Cattedrale della Dormizione della Vergine Maria è la principale chiesa romano-cattolica di Leopoli.

 La prima pietra fu posta dal re Casimiro il Grande nel 1349. In fase di costruzione nel corso dei secoli, ha assimilato stili di epoche diverse: gotico, rinascimentale e barocco. Nel XVIII secolo con lo sforzo di arcivescovo Sera-kovskyi l’interno della chiesa fu ricostruito in stile barocco. Alla fine del XIX secolo, secondo i progetti di Jan Matejko, J. Mehoffer, T. Axentowicz sono state prodotte nuove vetrate.

Chiesa di San Michele (la chiesa dell’Arco-Angel Michael) è stata costruita come chiesa romano-cattolica del convento dei Carmelitani Scalzi. Deve il suo nome al patrono San Michele che era il protettore della Tomba del Signore. Alcune pitture murali nella chiesa sono state fatte da pittore italiano G. Pedretti e il suo allievo B. Mazurkiewicz (1731-1732). Vi è un altare di marmo unico del XVII secolo a forma di piccola chiesa.

Chiesa di San Giovanni Zolotousty (Ex Cuore di Gesù Chiesa) è un edificio di mattoni in due colori (rosso e giallo) in stile neo-romano con elementi gotici sapientemente combinati e forme architettoniche di diverse epoche storiche.

Nel centro della città sorge la bellissima Ploshcha Rynok (Piazza Mercato). Ospita il municipio con maestose fontane arricchite con statue rappresentanti le principali divinità greche. Sulla piazza si affacciano molti palazzi con facciate meravigliose ornate da cornici.

Arena Lviv è il complesso sportivo più importante della città e la sua costruzione è iniziata nel 2008. Questa imponente struttura è stata inaugurata con la partita Ucraina-Austria il 15 novembre 2011 ed ospiterà gli Euro 2012.

Autore

Potrebbe interessarti...