La cultura bielorussa: la tradizione incontra il XXI secolo

La cultura bielorussa si sviluppò verso la fine del X secolo e iniziò a prosperare intorno al XVI secolo. Ogni epoca successiva ha lasciato il suo tratto nella...

La cultura bielorussa: la tradizione incontra il XXI secolo.

La cultura bielorussa si sviluppò verso la fine del X secolo e iniziò a prosperare intorno al XVI secolo. Ogni epoca successiva ha lasciato il suo tratto nella storia della cultura bielorussa. Oggi, la musica tradizionale e l’arte del Paese possono essere sperimentate in tantissimi teatri, musei e gallerie d’arte. Feste tradizionali, rituali, canti folcloristici, artigianato e cucina sono strettamente legati all’identità nazionale della Bielorussia.

Tradizioni culturali

Le arti e i mestieri tradizionali hanno una lunga e ricca storia in Bielorussia e molte di queste abilità sono ancora praticate oggi. Tessitura, lavorazione del legno e soffiatura del vetro sono abilità popolari di cui i bielorussi sono molto orgogliosi, così come le danze folkloristiche. Anche musica e arte svolgono ancora un ruolo importante nella vita nazionale della Bielorussia. Le danze tradizionali, la musica e le arti sono presenti nei festival e nei teatri di tutto il Paese.

Il Slavianski Bazaar di Vitebsk offre la migliore opportunità per conoscere la vera cultura bielorussa in un contesto di festival. Ad Alexandria durante il Kupala Night Festival (Alexandria Gathers Friends Festival), le vacanze estive sono celebrate in un clima festoso. Questo festival offre anche la possibilità di cercare il misterioso fiore di felce Pararats-Kvetka e conoscere i rituali popolari intorno al falò di Kupala.

La cultura bielorussa: la tradizione incontra il XXI secolo.

In tempi più recenti, i siti storici della Bielorussia hanno iniziato ad attrarre turisti. Il Belarusian State Museum of Folk Architecture and Rural Lifestyle, con sede nel villaggio di Aźjarco, è un museo all’aperto unico nel suo genere e importante attrazione grazie alle reliquie storiche e culturali esposte nel loro ambiente naturale. Il museo è un grande esempio di promozione del patrimonio utilizzando un approccio innovativo.

Straordinaria natura

Durante tutto l’anno i turisti possono sperimentare diverse attività in Bielorussia. Chi ama la vita all’aria aperta ha l’opportunità di praticare snowboard in località di sport invernali come Siličy, nuotare in uno dei tanti laghi o prendere il sole su spiagge sabbiose. All’interno dei suoi confini la Bielorussia racchiude quattro parchi nazionali. Uno di questi è Belovezhskaya Pushcha, una delle più grandi foreste che ricopre le pianure europee. Questa foresta primordiale, che ospita il bisonte europeo, è stata designata patrimonio mondiale dell’UNESCO. In Bielorussia si trovano altri tre siti Patrimonio dell’Umanità: il castello Mir, il castello di Niasvizh, che ospitava la famiglia aristocratica bielorussa Radziwills e l’Arco geodetico Struve.

Cucina locale

La cucina bielorussa è un mix di influenze baltiche, slave, ebraiche e tedesche. La maggior parte dei piatti tipici utilizza ingredienti locali, come le patate.

Tra i piatti tipici draniki (pancake di patate),  kletski (gnocchi) e babka (un tortino di patate gratinato). Tra le bevande locali rinfrescanti il kefir (prodotto caseario fermentato) e kvas (bevanda fermentata con pane di segale, lievito o bacche). Perfetto per le calde giornate estive, possono essere acquistate in qualsiasi negozio. Durante un soggiorno in Bielorussia vale sicuramente la pena  provare queste specialità.

Moderno emergente

Giovane, green e accogliente: oltre alle sue tradizioni culturali, la Bielorussia ha molto da offrire. Proprio come a Berlino, New York o Tokyo, ci sono spazi per l’arte moderna, club e startup. Questo impulso non proviene solo dalle nuove generazioni del Paese, ma anche dai progetti di modernizzazione supportati dal governo, come si può vedere nella capitale Minsk.

La cultura bielorussa: la tradizione incontra il XXI secolo.

Oltre all’affascinante architettura tradizionale, è possibile trovare ex fabbricati trasformati in bar, caffè e startup. Uno dei più recenti edifici e highlight architettonico è la National Library of the Republic of Belarus. Nei 23 piani si trova ogni tipo di libro, tra cui la più grande collezione di materiale stampato bielorusso, posti per circa 2000 lettori e uno splendido bar al 22 ° piano. Il luogo iconico della Biblioteca è senza dubbio la piattaforma all’ultimo piano, che offre una vista meravigliosa di Minsk.

In preparazione della seconda edizione dei Giochi Europei, Minsk si è rifatta il look con nuovi punti verdi con fiori e alberi e numerosi edifici ristrutturati. Per far sentire a casa propria gli ospiti sono stati migliorati i servizi stradali, così come la qualità della comunicazione mobile e di internet. Inoltre, le strade ciclabili sono state rafforzate, con punti di noleggio biciclette aggiuntivi e sono stati creati nuovi posti di lavoro.

Per maggiori informazioni sulla seconda edizione degli European Games visita il sito ufficiale.

Potrebbero interessarti anche...