Messico: i porti di Campeche e la loro biodiversita’

I porti di Campeche non qualcosa di piu’ che semplici strutture per dare servizio alle petroliere, alla pesca commerciale o alle imbarcazioni turistiche,...


Delfini nella "Laguna de Términos" Campeche (Messico)I porti di Campeche non qualcosa di piu’ che semplici strutture per dare servizio alle petroliere, alla pesca commerciale o alle imbarcazioni turistiche, sono un mondo completo dove intervengono fondamentalmente due fattori, quello umano e quello ambientale. Così, attorno ai porti di Campeche, si genera un significativo sviluppo economico e sociale che consente una migliore qualità della vita delle loro comunità.

Campeche è uno degli stati del Messico meno studiati in termini di diversità biologica, in particolare in relazione ai suoi uccelli, visto che lo studio piu’ recente risale al 1886.

Lo stato di Campeche possiede ecosistemi che ospitano una grande varietà di habitat, tra cui ampie aree di zone umide nella zona costiera, dove ci sono

vaste aree di mangrovie, giunchi e savana. Le foreste composte da piante decidue o caducifoglie e subcaducifoglie nella regione settentrionale e centrale dello Stato. Le foreste di media subcaducifoglie, subperenifoglie e alta sempreveri, si trovano in maggiore proporzione nel sud.

Attualmente lo stato di Campeche ha tre principali aree di protezione: Riserva della Biosfera di Calakmul, l’Area Protetta della Flora e Fauna della Laguna de Términos, e la zona di protezione di Flora e Fauna chiamata Los Petenes. Il tutto in poco piu’ di 1,8 milioni di ettari di territorio protetto che rappresentano un terzo del territorio di Campeche sotto protezione. Questa proporzione pone Campeche come uno degli stati con la più vasta area di territorio protetto a livello nazionale in Messico. (foto: mexicoenfotos.com)

Autore

Potrebbe interessarti...