Messico: meraviglioso restauro Acropoli Ek’ Balam, antica città Maya [VIDEO]

L’Istituto Nazionale di Antropologia e Storia del Messico (INAH) ha lanciato questo mercoledì i lavori di conservazione e restauro della zona archeologica...

messico meraviglioso restauro acropoli ek balam antica citta maya video

L’Istituto Nazionale di Antropologia e Storia del Messico (INAH) ha lanciato questo mercoledì i lavori di conservazione e restauro della zona archeologica Maya di Ek’ Balam, situata nello stato dello Yucatan.

Nell’ambito del Programma per il miglioramento delle zone archeologiche, l’INAH investirà 25 milioni di pesos (1,2 milioni di dollari) e creerà 80 posti di lavoro temporanei, tra specialisti e abitanti delle comunità di Ek’ Balam, Temozón e Valladolid.

Durante i 12 mesi di durata del progetto, la grande polena sulla facciata dell’Acropoli, che rappresenta il mostro della terra, nonché le rappresentazioni di serpenti con scritte geroglifiche e gli elementi sculture in pietra e stucco che ricoprono i portali degli edifici situato ai livelli inferiori.

Allo stesso modo si valuterà il degrado causato da fenomeni climatici, che hanno determinato importanti concentrazioni di umidità all’interno degli elementi decorativi, dei rilievi e dei

materiali lapidei dell’edificio.

Alejandra Alonso Olvera, coordinatrice del progetto:

“Le prime azioni consisteranno nell’eliminare e rimuovere con vapore acqueo in pressione la microflora delle facciate con il maggior deflusso delle precipitazioni, poiché i tetti sono stati danneggiati da forti venti e piogge continue”.

Ek’ Balam, che in Maya significa Lucero-Giaguaro, ebbe il suo periodo di massimo splendore tra gli anni 600-900, durante il Tardo Classico. Come dettagliato dall’Istituto, la maggior parte dell’Acropoli fu costruita sotto il mandato del sovrano Ukit Kan Le’k Tok’, tra il 770-801 dC.



Potrebbero interessarti anche...