Machu Picchu: chiusura a tempo indeterminato

L’antica cittadella Inca situata nelle Ande peruviane, la zona archeologica di Machu Picchu considerata una delle sette meraviglie del mondo moderno è uno...

Machu Picchu Patrimonio dell Umanit dall UNESCO

L’antica cittadella Inca situata nelle Ande peruviane, la zona archeologica di Machu Picchu considerata una delle sette meraviglie del mondo moderno è uno dei siti turistici più attraenti del Perù, noto per essere stato il rifugio degli Inca e un impero reale situato in cima alle montagne, dichiarate Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1983.

È il sito archeologico più eccezionale per il suo design creativo, la bellezza della sua architettura e la lavorazione in pietra delle sue costruzioni. Tuttavia, i visitatori che intendono visitare queste rovine dovranno ora rimandare il loro viaggio, tutto a causa della chiusura a tempo indeterminato annunciata pochi giorni fa, che ha causato il dispiacere da parte dei viaggiatori.

Perché Machu Picchu è stato chiuso?

Da alcuni giorni, alcuni dei principali sindacati turistici di Machu Picchu hanno avviato uno sciopero dei lavori a tempo indeterminato iniziato giovedì scorso, tutto a causa del rifiuto della nuova piattaforma virtuale per la vendita dei biglietti per entrare nella cittadella Inca, poiché i manifestanti lo considerano come una privatizzazione della più importante attrazione turistica di Cusco.

sciopero dei lavori a tempo indeterminato

Attualmente, visti i problemi della zona, il contingente protestante sta bloccando l’accesso ferroviario alla zona archeologica, nel quartiere omonimo, tutto questo a seguito degli scontri con le forze dell’ordine, dove è già presente un registro dei danni causati da tali atti, che includono tre civili feriti e cinque agenti di polizia.

Inoltre, il concessionario Ferrocarril Trasandino ha sospeso il servizio sulla tratta Ollantaytambo-Machu Picchu-Hidroeléctrica nel settore sud-orientale, tutto a causa della mancanza di

condizioni di sicurezza sulla tratta, che mostra una prospettiva sfavorevole per l’accesso a queste vestigia Inca durante in questi giorni, qualcosa che influenzerà i visitatori che hanno programmato i loro tour in quella destinazione.

Venerdì scorso, circa 300 stranieri hanno segnalato attraverso i social network di essere rimasti intrappolati nella città di Aguas Calientes, porta di accesso a Machu Picchu, e hanno chiesto la presenza del sindaco o l’aiuto del Ministero degli Esteri per poter risolvere i loro problemi e completare il viaggio verso la destinazione pianificata durante il loro soggiorno in questa nazione.

la zona archeologica di Machu Picchu

I viaggiatori che intendono visitare la zona in queste date dovrebbero considerare di riprogrammare le loro visite, poiché la situazione attuale non è molto favorevole e non è stata ancora fissata una data precisa per poter riprendere le visite a queste vestigia, che potrebbero influenzare l’itinerario di persone che avevano già pianificato il loro viaggio attraverso questa nazione durante la loro prossima vacanza.



Potrebbero interessarti anche...