“Templo Mayor” azteco ricreato a Città del Messico in occasione dei 500 anni di Resistenza Indigena

Il Messico commemora 500 anni di resistenza indigena alla conquista spagnola e la caduta di Tenochtitlan con vari eventi, tra cui l’inaugurazione questo...

"Templo Mayor" azteco ricreato a Città del Messico in occasione dei 500 anni di Resistenza Indigena

Il Messico commemora 500 anni di resistenza indigena alla conquista spagnola e la caduta di Tenochtitlan con vari eventi, tra cui l’inaugurazione questo venerdì di una replica del “Templo Mayor” dell’allora capitale azteca.

La Grande Piramide era il tempio principale di Tenochtitlán, capitale dell’impero azteco

Questo modello si trova sulla spianata del Zócalo, proprio nel centro di Città del Messico e a pochi passi dalle rovine del vero “Templo Mayor”, distrutto dai conquistatori.

Il Ministero della Cultura afferma che la replica alta 16 metri è la più grande mai realizzata di quel tempio, ma secondo gli archeologi, la struttura originale era alta quanto un edificio moderno di 15 piani.

Le autorità sottolineano che la costruzione non è stata finanziata dal governo, ma che è stata una società privata a farsi carico delle spese. Nonostante ciò, il progetto ha generato polemiche nelle reti sociali e vari passanti nelle vie centrali della città hanno dichiarato di essere preoccupati per gli investimenti che la ricostruzione ha richiesto, soprattutto considerando che lo smantelleranno tra un mese o due.

Messico continua ad aspettare le scuse di Madrid

Lo stesso giorno in Spagna, un gruppo di membri dell’Esercito Zapatista di Liberazione Nazionale salpato dal Messico a maggio ha manifestato a Madrid contro la conquista di Tenochtitlan. Più di due anni fa, il presidente Andrés Manuel López Obrador ha lanciato una campagna affinché il governo spagnolo si scusasse per i torti commessi durante la conquista, uno scenario che è stato respinto da Madrid.



Potrebbero interessarti anche...