Morire mentre si vola: passeggero soffocato da un pezzo di carne

Un passeggero muore a metà volo dopo essere stato soffocato da un pezzo di carne. Nonostante il personale abbia eseguito la rianimazione cardiopolmonare per 40...

Passeggero morto per soffocamento durante un volo aereo.

Un passeggero muore a metà volo dopo essere stato soffocato da un pezzo di carne. Nonostante il personale abbia eseguito la rianimazione cardiopolmonare per 40 minuti e le abbia iniettato 2 dosi di adrenalina, la donna è stata dichiarata morta a bordo dell’aereo.

Susan Pugh, una donna di 75 anni, è morta per dopo essrere soffocata con un pezzo di carne a bordo di un Boeing della compagnia aerea Emirates che ha volato da Melbourne (Australia) a Manchester (Regno Unito), riferiscono i media locali.

La morte è avvenuta il 3 febbraio 2020, ma le circostanze di quanto accaduto sono state chiarite durante un’udienza presso il tribunale di Warrington. Alan Moore, medico legale della contea di Cheshire, ha definito la morte di Pugh accidentale quando ha preso confidenza con il certificato di morte.

Il racconto dei fatti

Pugh e sua sorella Dianne Wood stavano tornando da un viaggio di 3 settimane in Australia quando l’anziana signora improvvisamente si è soffocata. La sorella ha cercato di aiutarla, dandogli dell’acqua e dandogli una pacca sulla schiena, ma Pugh perse presto conoscenza.

Il personale dell’aereo ha reagito rapidamente. Nonostante un medico a bordo abbia eseguito la rianimazione cardiopolmonare per 40 minuti e siano state iniettate 2 dosi di adrenalina, la donna è stata dichiarata morta a bordo dell’aereo.

Wood ha chiarito durante l’udienza in tribunale che sua sorella stava bene per tutto il viaggio. Tuttavia, Sian Hatry, il medico di famiglia di Pugh, ha rivelato che al suo paziente era stato diagnosticato il morbo di Parkinson nel 2018. Nel 2019 ha dovuto anche subire un intervento chirurgico a causa del progresso del disturbo e aveva bisogno di un deambulatore.



Potrebbero interessarti anche...