Il 2021 sarà l’anno del Turismo di precisione

Il 2021 sarà l’anno del turismo di precisione, nuove tendenze e luoghi memorabili per esperienze all’insegna della smartness digitale.

Durante questi mesi segnati dall’emergenza sanitaria, i luoghi sono diventati un vero e proprio lusso. Se prima, infatti, lo spazio rappresentava una commodity, mentre il bene più agognato era il tempo, attualmente il paradigma si è ribaltato, comportando l’affermarsi di cambiamenti sostanziali anche per il turismo. È quanto emerso dal secondo blocco di ricerca degli OPPO Smart Studies, l’Osservatorio creato dal brand leader mondiale di smartphone, in questa fase incentrato sull’esaltazione delle meraviglie italiane interpretate nell’ottica del turismo nell’era del new normal.

Ciò che emerge dalla ricerca, dunque, è che il turismo 2021 sarà un turismo di precisione, progettato con cura nei minimi dettagli raggiungendo luoghi unici, da vivere, raccontare e rendere memorabili attraverso l’utilizzo della tecnologia e della smartness digitale.

La prima tendenza riscontrabile in questa nuova tipologia di turismo è la ricerca della qualità dell’esperienza a 360°, determinando un’evoluzione della mentalità dei nuovi viaggiatori, che danno sempre più valore alle esperienze che un luogo consente di vivere, più che al luogo in sé. All’interno di questa dinamica la tecnologia, attraverso lo smartphone, riveste un ruolo da protagonista, rappresentando lo strumento per eccellenza per organizzare la propria esperienza di viaggio in tutti i suoi aspetti e accedere a una vasta molteplicità di servizi e attività, oggi più che mai garantendo, in aggiunta, la totale sicurezza.

Un ulteriore aspetto che connoterà il turismo nell’era del new normal, è rappresentato dall’attenzione nella scelta di luoghi che incarnino i valori dell’economia circolare e della sostenibilità, adatti a soddisfare le esigenze dei viaggiatori mantenendo un approccio di armonia e rispetto nei confronti dell’ambiente, della comunità e delle culture locali, una tendenza in linea con i nuovi principi affermatisi in maniera sempre più netta durante questo periodo di crisi.

Anche in questo caso, la tecnologia sarà in grado di offrire le soluzioni più avanzate dal punto di vista della sostenibilità, in campo energetico, di valorizzazione della cultura, della mobilità e del trasporto o per la creazione di veri e propri network finalizzati alla condivisione di Best Practice.

Accanto a questi aspetti, grande importanza verrà assunta dall’estetica e dalla voglia di condivisione, che porteranno gli individui a scegliere luoghi originali e unici, in grado di risvegliare la creatività di ognuno e alimentare la voglia di condividere, elementi fin troppo sacrificati nell’ultimo periodo. Lo smartphone rappresenta quindi lo strumento per eccellenza, lo strumento chiave per dare voce alla propria inventiva e fantasia, tramite le funzionalità sempre più avanzate che permettono a chiunque di diventare un professionista.

Infine, grande interesse susciteranno anche i luoghi pubblici che, dedicati non solo ai visitatori, ma anche alle comunità di cittadini, conciliano la propria portata simbolica espressione del Bene Comune, come Chiese e Università, con l’originalità e l’unicità della loro realizzazione, rappresentando il punto di incontro tra senso e immagine. Anche l’interattività e la fruibilità di questi luoghi saranno affidate in maniera sempre più consistente alla dimensione digitale, un supporto divenuto ormai chiave nell’esplorazione e nella scoperta di nuovi luoghi.

Maggiori informazioni su www.opposmartstudies.it.

Potrebbero interessarti anche...