Venezia: L’acqua nei canali diventa cristallina durante la quarantena per Coronavirus

La riduzione del passaggio delle barche consente di osservare pesci e altri animali nei canali d'acqua di questa splendida città turistica in Italia.

Venezia: L'acqua nei canali diventa cristallina durante la quarantena per Coronavirus.

L’acqua nei canali di Venezia è diventata quasi cristallina a causa della quarantena che le autorità italiane hanno istituito per prevenire la diffusione del nuovo coronavirus.

Inoltre, questa città, che di solito è piena di turisti, offre un’immagine molto diversa a meno di due settimane dopo l’entrata in vigore di questa misura. Ridurre il numero di imbarcazioni consente anche di osservare pesci e altri animali nei canali. Da parte loro, le persone che vivono a Venezia devono rimanere a casa, e coloro che violano questa regola rischiano di ricevere multe gravi.

“Immagini incredibili del Rio dei Ferali, dietro Piazza San Marco, che sono generalmente turbide. La natura recupera i suoi spazi“, ha scritto un utente di social media condividendo foto e video della città lagunare.

Apparentemente, i residui e i sedimenti accumulati che di solito galleggiano a causa del movimento dell’acqua si sono depositati sul fondo dei canali.

Venezia: L'acqua nei canali diventa cristallina durante la quarantena per Coronavirus.

La nuova apparizione dell’acqua nei suoi canali non è stato l’unico cambiamento positivo per Venezia in questo periodo di quarantena: un video condiviso dall’Agenzia spaziale europea (ESA) ha mostrato che il nord Italia, epicentro dell’epidemia di covid-19 in quel paese, vi è stata una significativa riduzione dei livelli di biossido di azoto, un gas nocivo emesso da automobili e impianti industriali.

Potrebbero interessarti anche...