Atterraggio di emergenza Ryanair: passeggero ubriaco maltratta e insulta gli altri passeggeri

Un volo Ryanair decollato dall’aeroporto di Manchester e diretto a Tenerife, è stato costretto a mezz’ora dalla partenza, a un atterraggio di emergenza...

Atterraggio di emergenza Ryanair: passeggero ubriaco maltratta e insulta gli altri passeggeri

Un volo Ryanair decollato dall’aeroporto di Manchester e diretto a Tenerife, è stato costretto a mezz’ora dalla partenza, a un atterraggio di emergenza dopo che un uomo ha scatenato il panico a bordo. L’uomo ubriaco, avrebbe minacciato le donne e le assistenti di volo che lo circondavano che le stava “per pugnalare”. Un portavoce della Greater Manchester Police ha detto al giornale inglese MailOnline: “Siamo stati chiamati prima delle 22:40 dopo la notizia di un uomo ubriaco su un volo dall’aeroporto di Manchester. Le indagini sono in corso”.

Come ha raccontato un testimone al MailOnline: “Gli stewards di Ryanair non sapevano cosa fare con l’uomo, non avevano altra scelta che far atterrare l’aereo. Aveva portato una bottiglia di whisky con sè. Il ragazzo era chiaramente ubriaco e l’ho notato per la prima volta quando ha iniziato a gridare sull’aereo”.

Un portavoce di Ryanair ha detto a MailOnline: “Questo volo da Manchester a Tenerife è tornato a Manchester dopo che un passeggero ha dato in escandescenza. L’aereo è atterrato normalmente e il passeggero è stato accolto dalla polizia all’arrivo.

“Ai clienti è stato fornito un pernottamento a Manchester e poi sono stati imbarcati su un volo riprogrammato per Tenerife la mattina seguente. Non tollereremo comportamenti indisciplinati o di disturbo in qualsiasi momento e la sicurezza e il comfort dei nostri clienti, equipaggio e aeromobili sono la nostra priorità numero uno. Adesso è un problema della polizia locale”.

In un video poi diffuso sui social è possibile vedere il passeggero “turbolento”, vestito con una giacca da tuta, che si alza in piedi mentre è di fronte a tre agenti di polizia. Non è chiaro di cosa stiano discutendo, ma l’uomo viene portato via e fuori dal volo pochi secondi dopo.

Per Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, si tratta dell’ennesimo caso segnalato e rimbalzato sulle cronache di viaggiatori ubriachi su voli di linea che, quindi, evidenzia un problema di non poco conto che riguarda la sicurezza in volo che si è accresciuto negli ultimi tempi con l’aumento costante del numero globale di passeggeri. Appare, dunque, del tutto evidente che debba essere urgentemente ripensata la disciplina della vendita e dell’utilizzo di alcol a bordo, con misure più drastiche come quella del divieto assoluto, come è già stato fatto da tempo per il fumo.

Potrebbero interessarti anche...