Portogallo: Tempio della cultura alternativa, il Boom Festival si prepara ad accogliere migliaia di giovani nel paradiso naturale del Naturtejo

Ottime notizie per chi non avesse ancora prenotato le vacanze, o chi sta ancora cercando l’ennesima buona ragione per visitare il Portogallo


Portogallo BOOM Festival laguna di Idanha-a-Nova

Prendete l’atmosfera bohémien degli anni Sessanta e trasportatela nel cuore del Portogallo del 2016, fondendola con l’incredibile tradizione lusitana della performance art. Vi troverete sulle sponde della laguna di Idanha-a-Nova nel mezzo del BOOM Festival, dedicato alla cultura indipendente. Una settimana di eventi tra arti sceniche, musica elettronica, teatro, cinema, workshop e installazioni. Tutto in nome della sostenibilità e del rispetto per la Terra.

Dall’11 al 18 agosto il piccolo comune portoghese ricco di storia e tradizione si trasforma nel palcoscenico europeo della cultura alternativa e della musica elettronica, attirando i giovani di tutto il mondo anche grazie al meraviglioso contesto naturale nel quale è inserito, il Geopark Naturtejo, area protetta dall’UNESCO.

Dal 1997, anno della sua fondazione, sono infatti migliaia ogni anno i ‘Boomers’ che da 150 Paesi del globo raggiungono il ‘Burning Man’ del Vecchio Continente per immergersi nell’atmosfera libera e creativa del Festival. Non semplicemente un evento ludico, ma una mentalità che si discosta dal modo di pensare convenzionale e rispecchia nuovi modi di esprimersi attraverso l’adesione alla cultura alternativa e psichedelica internazionale. Scenografie spettacolari fanno da sfondo a questo raduno colorato e interculturale che si alimenta non solo di musica underground, ma anche di danza, pittura, scultura, land e video art, installazioni futuristiche.

La laguna di Idanha-a-Nova è un paradiso naturale

“La laguna di Idanha-a-Nova è un paradiso naturale che i Boomers hanno l’onore e l’onere di preservare intatto”, afferma Marcelo Rebanda, dell’Ufficio Turistico del Portogallo in Italia (sito), impegnato a promuovere l’attrattività della destinazione portoghese nel mondo. “Siamo orgogliosi di offrire ai turisti di tutto il mondo l’esempio di una manifestazione della cultura indipendente che unisce intrattenimento a responsabilità sociale e che è un esempio di come si possano organizzare eventi ludici nel pieno rispetto dell’ambiente naturale”, aggiunge.

Insignito per diversi anni con il Greener Festival Award Outstanding, il Boom Festival (foto) è infatti un caso virtuoso dove sostenibilità ambientale si lega a doppio filo con efficienza e funzionalità. Acqua, area camper, assistenza medica e Wi-fi sono fornite gratuitamente a tutti i Boomers. Ottime notizie per chi non avesse ancora prenotato le vacanze, o chi sta ancora cercando l’ennesima buona ragione per visitare il Portogallo.

Informazioni e tickets: https://www.boomfestival.org/boom2016/tickets/

Autore

Potrebbe interessarti...