Thailandia Natale Capodanno: viaggio a Bangkok durante le festività natalizie

Vacanze Natalizie in viaggio: passare Natale e Capodanno in Thailandia resta una delle mete preferite dagli italiani all'estero.

Thailandia Natale Capodanno: viaggio a Bangkok durante le festività natalizie

Passare Natale e Capodanno in Thailandia resta una delle mete preferite dagli italiani all’estero. Notizie dell’ultima ora da parte della Farnesina, avverto che a seguito delle forti piogge che nei giorni scorsi hanno interessato il sud del Paese, in particolare le zone di Trang, Krabi, Koh Samui e Koh Phangan causando inondazioni, si raccomanda attenzione ai connazionali che si mettono in viaggio in questo splendido paese asiatico. In particolare: evitare le zone interessate; tenersi informati sui media locali sugli sviluppi della situazione; seguire scrupolosamente le indicazioni delle autorità locali; contattare la propria compagnia aerea per verificare lo stato dei voli; contattare il proprio tour operator prima di mettersi in viaggio. Per eventuali emergenze contattare l’Ambasciata d’Italia a Bangkok telefono 006622504989 cellulare 0066818256103.

Viaggiare Sicuri in Thailandia.

A oggi c’è un avviso della Farnesina per gli italiani che desiderano viaggiare a Thailandia.

Nel mese di agosto 2015 un grave attentato nella capitale ha causato diversi morti e feriti. Nella notte dell’11 agosto 2016 si sono verificate 2 esplosioni nel centro della cittadina balneare di Hua Hin, circa 150 km a sud di Bangkok, con una vittima thailandese e feriti, anche stranieri, tra cui 2 italiani. Nella mattina del 12 agosto 2016 ulteriori esplosioni si sono registrate a: Surat Thani, Phuket (Patong), Phang-nga e nuovamente a Hua Hin. Non sono stati coinvolti altri stranieri, ma ci sono state alcune vittime e feriti thailandesi.

La situazione è al momento tranquilla a Bangkok e in tutte le località turistiche. Non ci sono restrizioni per gli stranieri. Le Autorità locali hanno aumentato i controlli di sicurezza in luoghi sensibili, invitato a ridurre gli spostamenti non necessari e ad evitare assembramenti, luoghi affollati, cerimonie e grandi eventi in luoghi pubblici.

Le vie di comunicazione e i mezzi di trasporto di Bangkok e del Paese sono regolarmente utilizzabili (aeroporti, linee della metropolitane e delle ferrovie sopraelevate, autobus, treni). L’accesso è consentito a tutti i siti turistici della capitale e la Polizia thailandese non ha introdotto misure restrittive agli spostamenti né all’accesso ai luoghi della capitale e del resto del Paese. Si raccomanda comunque di esercitare la dovuta cautela. In caso di emergenza, contattare l’Ambasciata d’Italia a Bangkok allo 0066 (0) 2250 4970. Cellulare attivo solo per emergenze fuori orario di servizio: 0066 (0) 818256103. E-mail: ambasciata.bangkok@esteri.it – consolare.bangkok@esteri.it – Home page sito internet www.ambbangkok.esteri.it.

Cosa succedeva due anni fa: turismo a rischio in Thailandia.

Era il 2013 in Thailandia. Mentre la premier Yingluck Shinawatra in lacrime dichiara: “Non mi dimetterò, non so come fare altri passi indietro”, la crisi politica thailandese e i disordini nel Paese rischiano di ripercuotersi sull’afflusso di turisti previsto per il periodo che in occidente corrisponde alle vacanze natalizie.

Un paio di milioni di visitatori sono pronti a volare in Thailandia nelle prossime settimane: il picco della stagione turistica del paese corrispondente ad una delle tre stagioni climatiche della Thailandia, contraddistinta da un clima fresco e asciutto che dura da novembre a febbraio, quando soffia il monsone nord-occidentale.

La stagione più adatta a visitare la Thailandia, paese contraddistinto da un clima tropicale-monsonico.

Il turismo, dopo l’agricoltura, è molto importante per l’economia thailandese e la Thailandia offre strutture e servizi di altissimo livello a prezzi, per l’occidente, piuttosto competitivi.

Il turismo internazionale, che si concentra in particolar modo nella zona costiera, è stato per anni in espansione; in particolare la Thailandia è da tempo una delle destinazioni più popolari per i turisti australiani.

Quest’anno la situazione politica nella capitale è molto instabile e sta sollevando il dubbio se i turisti sono al sicuro scegliendo di andare in Thailandia per le vacanze di Natale e Capodanno. Soprattutto se la mèta del viaggio è la capitale Bangkok.

Le foto dell’agenzia Reuters con i turisti a piedi che camminano per le strade di Bangkok tra i poliziotti in tenuta antisommossa a fine novembre hanno fatto il giro del mondo. Le manifestazioni anti-governative sono andate aumentando a Bangkok nelle ultime settimane, con scontri tra polizia e manifestanti, ma dopo la prima settimana di dicembre pare sia tornata un po’ di calma: i manifestanti si sono calmati, i militari tentano di mediare i dialoghi tra i protagonisti politici. I reporter dalla zona turistica di Bangkok parlano di turisti che riempiono ristoranti e club praticamente ignari dei conflitti che scuotono la parte opposta della città, quella del palazzo del Governo e degli uffici del Primo ministro. (Foto dei manifestanti anti-governativi che gridano slogan durante un comizio fuori Palazzo del Governo, dalla pagina del Sydney Morning Herald).

I Thailandesi non hanno mai preso di mira gli stranieri e i turisti, che saranno al sicuro anche quest’anno nelle splendide spiagge e nelle località collinari del paese. Chi ama la Thailandia viaggerà anche questa volta, forse anche per passare la notte di Capodanno a Bangkok, e se proverà dei disagi sarà forse per la sofferenza del popolo Thailandese, ancora una volta in difficoltà a causa della situazione politica.

Autore

Potrebbe interessarti...